A PROPOSITO DI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

 di Emanuele Labanchi

 

 

Mi riferisco al Portale istituzionale della nostra Cittł- www.comune.maratea.pz.it - per una opportuna riflessione ed un possibile intervento migliorativo, rivelandosi piuttosto vetusto nella sua struttura e nel suo contenuto ed, a mio parere, anche inadeguato e non al passo con i tempi.

Basta, del resto, visitare siti web di altri Comuni per trovarne tanti piŁ completi ed esaustivi, peraltro maggiormente attuativi dell'ormai consolidato principio-obbligo proprio di tutte le Amministrazioni pubbliche: quello dell'Amministrazione trasparente.

Ebbene, nella nostra Casa comunale, nata come Convitto lucano, trasformata poi in sede della Scuola Media ed infine in sede del Municipio, si nota e si avverte la capacitł di adattamento di quanti, da dipendenti, da Consiglieri, da Sindaco e Assessori, quotidianamente vi lavorano per il bene della nostra comunitł in spazi modellati tanto tempo fa e per altra destinazione d'uso. Purtroppo, ad esempio, l'edificio Ć ancora privo di una idonea sala consiliare e per la massima assemblea cittadina si Ć costretti, non senza disagio, a far ricorso alla privata Villa Tarantini, sede della biblioteca comunale e del Centro culturale "JosÄ Mario Cernicchiaro".

Ma torniamo al Portale istituzionale del Comune di Maratea ed alla possibilitł di "CONTATTI" con l'Ente offerta ai cittadini:

Ú facile ravvisare che, attraverso la Sezione "Amministrazione trasparente", vi Ć possibilitł di contatto diretto in via telematica (PEC - E MAIL istituzionali) con il Comune e con la sua "Dotazione organica", questŇultima indicata analiticamente in ordine alfabetico. Tanto, diversamente, non Ć possibile per il caso di contatto con il Sindaco ed i componenti della Giunta municipale, per i quali manca del tutto specifica e mail istituzionale, sostituita per ciascuno di essi da quella istituzionale della Dott.ssa Francesca Schettino (Segreteria del Sindaco).

 

Ricordo che tanto rilevai anche dopo l'insediamento della precedente Amministrazione con il Sindaco, Domenico Cipolla, e quanto da me osservato portś subito alla modifica del "Contatto" possibile tra cittadino e ciascun Amministratore, Consiglieri comunali compresi, raggiungibili ciascuno personalmente con sua e mail istituzionale.

Mi auguro che si provveda anche ora in tal senso....

E, del resto, se oggi, ad esempio, Ć possibile scrivere attraverso il sito ufficiale, direttamente ed in via telematica, anche al nostro Presidente della Repubblica ed al Capo del nostro Governo, perchÄ non deve essere allo stesso modo possibile, come si verifica normalmente per la maggior parte dei Comuni e come previsto dalla precedente Amministrazione, un contatto diretto con mail istituzionale del nostro Sindaco, del Vicesindaco, di ciascun Assessore e di ciascun Consigliere comunale?

Indice