IL CASTELLO DI CASTROCUCCO TRA STORIA E FANTASIA

 di Emanuele Labanchi

Ú il protagonista, immobile e muto, di una recente, interessante pubblicazione a cura dell'Associazione "Amici di Maratea" -Presidente il Dott. Lorenzo Di Napoli-, in distribuzione gratuita (Presentazione a firma del Sindaco di Maratea, Avv. Daniele Stoppelli, e Prefazione del Dott. Lorenzo Maria Di Napoli).

Nel volumetto Ć riportato un testo di Tommaso Lopez ambientato nel XVII secolo nei territori di Castrocucco, Trecchina e Maratea. Il testo Ć poi arricchito da "Cenni sul Castello di Castrocucco", a cura di Luca Luongo.

"La squilla del 13 febbraro" (questo Ć il titolo dato dall'autore) Ć quasi certamente il piŁ antico racconto di letteratura italiana ambientato a Maratea e, piŁ precisamente nella parte finale, nellŇantico castello ormai da tempo diroccato.

Mi sembra opportuno evidenziare che tale racconto romanzato Ć stato ora ripubblicato dopo oltre 170 anni dalla prima edizione, avvenuta nel 1848 nella raccolta di tradizioni risalenti alle varie province d'Italia ad opera del piemontese Angelo Brofferio.

Di tanto, con un corale ringraziamento da parte della comunitł marateota, bisogna dare atto all'Associazione "Amici di Maratea", con il suo Presidente, ed al giovane studioso Luca Luongo.

 

 Indice