NAVIGAZIONE A VISTA

 di Emanuele Labanchi

ť quella che sembra essere, piĚ o meno consapevolmente, preferita nel mare politico-amministrativo marateota nel mentre si avvicina la data delle prossime elezioni comunali (26 maggio).

Il nostro Comune si lascia alle spalle un quinquennio di centrosinistra (maggioranza “Maratea Viva” – minoranza “Maratea Unita” e “Per Maratea”), con esperienza che rimane priva di pur possibile continuitą, e si ritrova ora con ben due liste civiche di centrodestra (“Rinascita” e “Leghiamoci a Maratea”), escluse dalla competente Commissione elettorale circondariale di Lagonegro per tardiva presentazione ed altro. Rimane, in competizione con se stessa, un’altra lista civicaCambiaMenti”- Non a comandare ma per servire”, in qualche modo legata al Movimento 5 stelle.

Morale della favola: O, in solitaria, tale lista sarą capace di ottenere il quorum del 50% + 1 degli aventi diritti al voto e di eleggere cosď il suo candidato a Sindaco oppure al Comune ci sarą ancora una volta un Commissario prefettizio nell’attesa di una successiva scadenza elettorale.

E c’Ź poco da scherzare perché si tratta, a mio parere, di un notevole affievolimento se non caduta di democrazia che la nostra Maratea non merita, avendo risorse umane capaci di coerente impegno politico-amministrativo e di ben altro tipo di navigazione.

Nel frattempo sarą la Sirena di piazza Vitolo che

“…tra le mani

mostra uno stemma solenne”

a proteggere il nostro Comune e… magari ad indicare la rotta.

 

Indice