La Felicitą

Hai la lampada della speranza?

Ti voglio mostrare la Felicitą.

Guarda… Guarda!

 

. . . . . . . . . . . . . .

E’ un velo delicato

fatto di raggi di sole

tessuti al chiaro di luna.

Palpita… come le stelle.

Hai visto mai

cieli tanto azzurri,

aurore cosď belle?

 

Ci sono ricamate tutte le ansie

e tutti i desideri che hai cullato.

Cóntali… Ad uno ad uno

vi trovi tutti i sogni

che hai sognato

e tutte la preghiere.

 

Ecco la Felicitą!

E’ chiusa in una bolla di sapone:

sta tutta in un sospiro.

Lo senti?… E’ profumata d’illusione.

 

. . . . . . . . . . . . . . . . . .

Conténtati soltanto di guardarla,

trattenendo il respiro

perché non fugga via.

Non tendere la mano per toccarla!

Sarebbe una follia.

 

                                              Antonio Limongi

      (DA “Un ciuffo d’erba” Liriche – Ed. Palladio SA -1982)

Indice