PIANO DEGLI ZINGARI: BENE COSI'!

di  Emanuele Labanchi

Mi riferisco al noto caso oggetto di un processo penale presso il Tribunale di Lagonegro in danno dell'Arch. Brando Antonio, ex Responsabile dell'Ufficio tecnico del nostro Comune, del suo Avvocato, Antonio Boccia e delle rispettive consorti. Libonati Francesca e Manfredelli Giuliana.

I quattro erano accusati di associazione a delinquere, truffa, abuso d'ufficio ed altro per aver chiesto ed ottenuto una dichiarazione di falsa usucapione di alcuni beni immobili ubicati ad Acquafredda, localitł Piano degli Zingari, di proprietł comunale ed oggetto di uso civico (livelli) da parte di cittadini del luogo. Il Comune di Maratea si costituô parte civile ed altrettanto fecero i livellari interessati dopo aver denunciato il fatto all'Autoritł giudiziaria, che ha recentemente definito il processo con sentenza di prescrizione di tutti i reati.

I fatti hanno determinato una anomala situazione di proprietł comunale, detenuta da legittimi livellari, la cui proprietł Ć stata perś formalmente acquisita dagli autori dei reati di cui sopra in forza della falsa usucapione, in qualche modo, carpita presso il Tribunale di Lagonegro.

Recentemente l'Amministrazione comunale, con il Sindaco Domenico Cipolla, ha dato incarico all'Avv. Giovanni Pascale del Foro di Lagonegro, con studio in Sapri, per procedere in sede civile nei confronti dei nuovi illegittimi intestatari degli immobili con specifica azione di accertamento della proprietł in modo che possa essere riconosciuta in favore dell'Ente, cui Ć stata sottratta con inganno.

Quale Avvocato dei livellari con me costituiti parti civili nel processo penale, avendo seguito il caso sin dal primo momento, e chiesto all'Ente pubblico di fare la sua parte, non posso che esprimere soddisfazione e apprezzamento per la recente iniziativa dell'Amministrazione comunale a difesa di Piano degli Zingari e degli immobili facenti parte del patrimonio comunale.

B E N E    C O S I' !

Indice