CASTELLI DI BASILICATA

 di Emanuele Labanchi

 

E' il titolo del libro, di recente pubblicazione (Siris Editore 2018), il cui autore Ź Vincenzo Labanca, nato a Rivello il 25 marzo 1955, Docente di discipline economiche e di estimo in pensione, scrittore, poeta, attore di teatro.

Un profondo legame con la sua terra ed il sud Ź alla base delle sue numerose opere, tra le quali voglio ricordare:

Un brigante chiamato Libero

Le memorie di una brigantessa

L'ultimo brigante

La leggenda del Dio lucano

Racconti di terre e di gente lucana

Viaggio in Lucania

Uno dei Mille

Voglia di un figlio

Poesie di una vita

Rivello

Monasteri di Basilicata

Vincenzo Labanca, nella sua Prefazione al volume "Castelli di Basilicata", scrive: "Prima di iniziare questo straordinario lavoro sui Castelli non avrei mai immaginato che la Basilicata, la nostra piccola Basilicata, fosse cosď ricca di Storia e cosď popolata di Castelli". Egli parte dal presupposto che "I Castelli costituiscono la memoria storica del Potere temporale di un territorio e tra le loro (e nelle loro) pietre sta scritta la cultura e l'ignoranza, la bontą e la malvagitą dei Potenti di turno, le disparitą sociali, l'ascesa e la caduta di uomini, di famiglie, di dinastie passate, come si dice, dalle stalle alle stelle e viceversa nel volgere anche di una sola generazione...".

Nel libro, a seguito di scrupolosa ricerca, l'autore, anche con documentazione fotografica, ricostruisce la storia di ben 65 Castelli di Basilicata (da quello di Lagonegro a quello di Campomaggiore), ripromettendosi di ampliarne il numero in una prossima edizione.

Alcune pagine sono dedicate anche al Castello di Maratea (Castello di Castrocucco).

Da lucano, nato e residente a Maratea, non posso che apprezzare anche l'ultimo (per il momento) lavoro di Vincenzo Labanca, al quale auguro ulteriori, appassionate ricerche sulla storia della nostra terra.

Indice