A Maratea

CAMBIA NOME “TERRAZZA PASOLINI”

 di Emanuele Labanchi

Nel programma delle manifestazioni natalizie, alla “Fontana vecchia” di Maratea Ź prevista una doppia inaugurazione per il prossimo 18 dicembre:

Ore 10,30 :

Š       Inaugurazione Pensilina d'Artista - Progetto "Cittadinarte" -Liceo Artistico di Maratea –

Š       Inaugurazione Piazzetta Radio Libere 1976 nel ricordo di Nino Postiglione

Š       Degustazione organizzata dall'Istituto alberghiero di Maratea

Alle congratulazioni per studenti e docenti del Liceo artistico, che hanno mirabilmente abbellita la Pensilina, e dell’Istituto alberghiero per quanto di gustoso, bravi come sempre, prepareranno, non si puė non associare perplessitą per l'inaugurazione della Piazzetta con una nuova, sostitutiva intitolazione (pur lodevole ed attuabile in altro spazio pubblico), recentemente preceduta da altra intitolazione del luogo come "TERRAZZA PASOLINI". A tanto, solo qualche anno fa, aveva provveduto con formale Deliberazione l’Amministrazione - Sindaco Domenico Cipolla - con predisposizione anche di idonea targa, non seguita da cerimonia inaugurale solo per scadenza del mandato.

E pensare che in Italia, ovunque, c’Ź una via, piazza o luogo pubblico dedicati al celebre scrittore, poeta ed artista, al quale anche Vittorio Sgarbi, Sindaco di Sutri, ha intitolato una via.

E pensare che, nel novembre 2015, Maratea Ź stata sede di un Convegno internazionale di studi sul tema: “Pasolini, classico contemporaneo” !

E pensare che, nel 1959, Pasolini scrisse su Maratea :

«La costa di Maratea non ha niente di ciė che si considera convenzionalmente bello, neanche sulle orme di Boccaccio: semplicemente la costa Ź tremenda. Mai visto tanta perfezione: un enorme scoscendimento, tagliato da biechi torrenti – Mezzanotte, Malcanale - grigio di roccia, tempestato da ciuffi di un verde tutto uguale, che precipita a picco sul mare. Lo schema Ź quello sorrentino, amalfitano, ma Ź riempito da un concreto inferno: ossessivo: ma il risultato Ź stupendo. Maratea perė comincia con l'essere un'oasi molto piĚ dolce: ci sono boscaglie, e la costa finisce con maggiore dolcezza sul mare. Su un grande prato, che sembra quasi un parco inglese, sorge l'elegante, celebre, albergo degli industriali. Sď, Ź bello: ma io mi ci annoio.»

Perché, allora, non rispettare ed attuare la precedente e recente intitolazione?

Perché non ricordare ed omaggiare anche a Maratea PIER PAOLO PASOLINI, universale poeta, scrittore, attore, regista e drammaturgo?

Mi permetto ricordarlo qui con un suo pensiero:

“SERI BISOGNA ESSERLO, NON DIRLO, E MAGARI NEANCHE SEMBRARLO !"

-Pier Paolo Pasolini-

 

 

Maratea 13 dicembre 2021

Emanuele Labanchi

 

INDICE