LA STRADA DELLA “MARINELLA”

 di Emanuele Labanchi

Con recente Ordinanza n. 2 del 4/5/2022, avente ad oggetto: Regolamentazione temporanea della strada comunale della “Marinella", previa ampia premessa, il Sindaco ne ha ordinato la chiusura al traffico veicolare, con la seguente specificazione: La circolazione sarą consentita esclusivamente ai mezzi speciali ed idonei della S.p.a. S.I.MAR e dei soggetti individuati nella Convenzione stipulata in data 15/09/2010 nonché ai mezzi delle Forze dell'Ordine, del Comune o da questi autorizzati per specifici servizi ed ai pedoni ed agli animali a seguito dei pedoni.

Si tratta di una strada di ridotte dimensioni e particolarmente ripida, ricavata non tanti anni fa nell'ambito dei lavori per il "Pianeta Maratea" seguendo in ampia parte antico, piccolo e scosceso sentiero comunale tra Santa Caterina e la ss.18 nei pressi della grotta delle Meraviglie e per la quale, sulla base gią del suo tracciato, sin dal primo momento era ben noto la evidente pericolositą per un normale traffico veicolare, tanto da doverlo impedire, limitare e disciplinare nel tempo.

Ero Consigliere comunale di minoranza quando tale strada veniva realizzata e ricordo bene come, in armonia con la maggioranza consiliare, se ne invocava e prevedeva limitata e rigida regolamentazione del traffico veicolare (cosa che avrebbe innanzitutto scongiurato il pericolo di gravi incidenti, con salvaguardia ed aumento, comunque, del transito sulla principale strada preesistente con maggiori presenze anche nel Centro storico e nel resto del territorio comunale).

La suindicata Ordinanza sindacale, pertanto, non puė destare sorpresa in quanti conoscano la storia di detta strada e gli atti amministrativi relativi come intervenuti negli anni. Sennonché il provvedimento sindacale Ź stato preceduto e seguito da clamore suscitato da un esposto dell'Unione dei multiproprietari del Pianeta Maratea, come legalmente rappresentata, contenente energica protesta a fronte di quanto sarebbe stato in loco perpetrato in danno di tutti i numerosi multiproprietari (impedimento alla fruizione di piscina, anfiteatro, spazi comuni, strada della "Marinella"). Nell'esposto si evidenzia il rilevante danno che da tutto ciė verrebbe a derivare a Maratea, ove i multiproprietari disertassero del tutto le villette a causa di quanto verificatosi.

Ebbene, l'Unione dei multiproprietari ha le sue ragioni per protestare e promuovere, se necessario, opportuna azione legale, trattandosi di vicenda litigiosa insorta in vista della stagione estiva tra parti private e pur sempre con possibilitą di eventuale transazione, rapidamente risolutiva della questione. A tale scopo potrą adoperarsi anche il nostro Comune perché da siffatta lite non derivi alcun danno alla collettivitą, sempre nell'osservanza della vigente Convenzione e, per quanto riguarda la strada della "Marinella", nel rispetto dell'assoluta prioritą della sicurezza della circolazione veicolare, che non puė prescindere da una rigida regolamentazione dettata dalla natura e caratteristiche del percorso carrabile, del resto adottata sin dal primo momento.

 

Maratea 17 maggio 2022

Emanuele Labanchi

 

INDICE