Ai piedi della Statua del Cristo Redentore

PIAZZA BRUNO INNOCENTI

di Emanuele Labanchi

Sabato scorso a Maratea, con forzatura se non proprio alterazione del concetto urbanistico di “Piazza”, si Ź voluto dedicare poco meno o, se volete, poco piĚ di uno slargo in prossimitą della famosa Statua sul monte San Biagio allo scultore fiorentino, cui Ź attribuita la paternitą dell’opera, con inaugurazione in pompa magna di “Piazza Bruno Innocenti” e scoprimento di un busto raffigurante l’artista.

Su ciė si rinvia al servizio fotografico in https://www.calderano.it/2022/08%20Agosto%202022/2022-08-06/index.html: Bruno Innocenti e il Cristo Redentore di Maratea - 06 agosto 2022.

Dunque, ora Maratea ha una nuova piazza(?) lassĚ, in alto, tra la Basilica di San Biagio, il piazzale Mons. Domenico Damiano e la maestosa Statua.

Per me, con qualche perplessitą, l’evento Ź soprattutto motivo di riflessione e per ricordare che quel “sacro” luogo necessita, in via ordinaria, di maggior cura e rispetto oltre che di interventi consoni alla sua particolare natura ed alla sua storia, quale meta di crescente turismo, non solo religioso. Gią tempo fa sono state evidenziate l’assenza di servizi igienici (mi auguro che nel frattempo siano stati realizzati) e l’impossibilitą di accesso al Cristo Redentore ed alla sottostante, nuova piazza(?) per tutte le persone con disabilitą, a causa di evidenti barriere naturali ed architettoniche.

Ecco: procediamo ad eliminare le barriere architettoniche nell’assoluto rispetto dell’ambiente! Facciamolo al piĚ presto e…senza pompa magna…!

 

Maratea 08 agosto 2022

Emanuele Labanchi

 

 

INDICE