Viabilitą a, da e per Maratea

 

IDEE E PROGETTI NEL CASSETTO

 di Emanuele Labanchi

 Le recenti, evidenti e gravi criticitą, allo stato, esistenti per raggiungere con automezzi Maratea, (si pensi alla pericolositą della parte lucana della strada statale 18 lungo la costa, ai lavori in corso tra Acquafredda e Sapri previsti ancora per anni con rischio chiusura al traffico, all’interruzione del traffico veicolare a Castrocucco a seguito della frana del 30 novembre scorso) rendono palese una complessiva fragilitą, se non vera e propria insufficienza dell’articolato e diversificato sistema viario sull’intero territorio comunale.

Ebbene, c’Ź chi paventa addirittura un rischio di maggiore isolamento parziale se non totale per la nostra comunitą ove, malauguratamente, dovesse insorgere qualche serio problema per la circolazione lungo la strada provinciale da Trecchina verso Maratea.

Cosď stando le cose, appare necessario dedicare maggiore attenzione al problema della viabilitą in loco perché possano esserci gli opportuni interventi di breve, medio e lungo periodo, senza rinviare ancora o, comunque, trascurare l’iter di approvazione del Piano strutturale, da ritenersi di fondamentale importanza per evitare o quantomeno ridurre una navigazione.a vista, lenta e pericolosa.

A parte la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade esistenti a carico dei rispettivi Enti proprietari, sarebbe forse il caso di realizzarne altre, possibili e di particolare utilitą, come, ad esempio a livello comunale, quella che consentirebbe un rapido collegamento per Maratea tra Massa- zona Pantana- e la fondovalle del Noce (SS. 585) nei pressi della cava Ignacchiti.

Ricordo che soprattutto in anni passati se ne parlava positivamente, auspicandone la costruzione anche come prosecuzione di un percorso a partire gią da Santa Caterina verso la contrada Pantana senza, tuttavia, mai pervenire ad uno studio progettuale approfondito, preliminare per la sua realizzazione. Si tratterebbe di una nuova, importante strada comunale che, peraltro, oggi consentirebbe di superare l’interruzione al traffico veicolare sulla ss. 18 a Castrocucco a seguito del grave evento franoso del 30 novembre scorso.

Perché non si Ź andati oltre l’idea e la proposta?

E perché non ripensare, promuovendolo, ad un progetto, gią ben definito, per un collegamento tra la zona della cava Ignacchiti sulla fondovalle del Noce e Marina di Maratea (zona Withe horse)?

Apprendo che un tal progetto fu inoltrato all’Anas a Roma al tempo dell’Amministrazione comunale Ambrosio, sembra, con parere favorevole da parte del compartimento di Potenza ed, all’epoca, in attesa di finanziamento ma poi dimenticato e, per cosď dire, rimasto nel cassetto…

Non sarebbe il caso di riaprire quel cassetto, ove sicuramente giacciono lungimiranti idee, proposte, progetti nati nel corso del tempo e incomprensibilmente messi nel dimenticatoio?

Maratea 30 aprile 2023

Emanuele Labanchi

 

 

INDICE