LE MANI SULLA COSTITUZIONE ITALIANA

di Emanuele Labanchi

-"Se volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove Ć nata la nostra Costituzione, andate sulle montagne, dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque Ć morto un italiano per riscattare la libertł e la dignitł andate lô, o giovani, col pensiero, perchÄ lô Ć nata la nostra Costituzione" -Piero Calamandrei, 1955.

PoichÄ "la gioventŁ non Ć un periodo della vita, Ć uno stato d'animoË (si rinvia alla lettura della poesia "Giovinezza di spirito e di cuore" di Samuel Ullman), continuerś ad andare lô col pensiero......., lô dove Ć nato l'art.1:

"L'Italia Ć una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

La sovranitł appartiene al popolo che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione"

per invocare da quelle montagne innanzitutto, anche per una sua riforma, il rispetto della nostra Legge fondamentale, perchÄ l'Italia non diventi una Repubblica meno democratica e perchÄ il popolo italiano non sia meno sovrano.

Indice